Merano Wine Festival non si ferma!

Dal 6 al 10 novembre va in scena la 29^edizione, tutta straordinaria e soprattutto organizzata con coraggio e determinazione dal patron Helmuth Köcher

Merano-Wine-Festival-locandina-inMERANO (BZ) – Il tempio del vino, quest’anno diviene un omaggio alle origini e torna “Back to the roots” della prima manifestazione, quella del 1992. Sicurezza, organizzazione e sviluppo digitale sono gli elementi chiave di un’edizione dal format tradizionale, ma sempre nuova nei contenuti e nelle opportunità per i produttori e i visitatori. Lo sappiamo bene, il vino pur restando sempre fedele a sè stesso ogni anno evolve!
È stato presentato il programma di questa che è la manifestazione simbolo del panorama wine&food di eccellenza, con una conferenza stampa digitale in diretta facebook. Merano wine Festival, da sempre celebra i migliori vini e prodotti gastronomici selezionati da Helmuth Köcher.
In un anno particolare come questo che stiamo attraversando, l’obiettivo principale è quello di mantenere un format tradizionale con produttori e visitatori in presenza; un’edizione che ricordi le origini dell’appuntamento meranese, arricchito da contenuti digitali, con insieme il desiderio di coinvolgere ancor più la città di Merano.
Grande attenzione naturalmente alle norme anti-Covid che verranno rispettate grazie ai ticket giornalieri che permettono la turnazione in due fasce orarie di visita, alla presenza di un centro medico e un Sanitary Gate all’ingresso per la sanificazione. L’evento riesce sempre ad essere uno strumento di valorizzazione turistico della città di Merano e dei suoi dintorni, ma anche risorsa per l’intero comparto turistico, come ha ricordato Ingrid Hofer presidente dell’azienda di soggiorno di Merano. Angelo Carrillo ha presentato la 4^ edizione di Naturae et Purae bio&dynamica e Wild Cooking durante la quale interverranno esperti di vini e alimentazione naturale e fermentata e che quest’anno ha come tema centrale MADRE NOSTRA con un focus particolare sul lievito madre.
Ma l’importanza di merano Wine Festival è in modo particolare rivolta alla possibilità di rinnovamento per tutto il settore food&wine, in questo particolare momento di sofferenza, in cui ha bisogno di ritrovare nuova fiducia.
Renzo Gasparelli ha poi presentato Merano WineFestival digital e il progetto di WineHunter Hub la piattaforma digitale in cui operatori e visitatori potranno interagire con i produttori e ricevere tutte le informazioni sui vini e sui prodotti di Food Spirits Beer presenti a Merano WineFestival per tutta la durata dell’evento e oltre l’evento stesso, nonché un e-commerce dedicato: uno strumento che permetterà di amplificare l’esperienza Merano WineFestival in modalità ‘smart’ e per il quale è previsto un pre-opening il 14 ottobre.
Altra novità dell’edizione 2020 è il progetto The WineHunter Tour che è stato presentato da Andrea Pilotti di 5-Hats: un viaggio a tappe tra i borghi italiani per portare l’esperienza di The WineHunter e valorizzare sempre più le produzioni locali in una sinergia tra comparto enogastronomico e turistico.
Per il terzo anno consecutivo è Radio Monte Carlo, la radio ufficiale della manifestazione, come ha specificato il direttore Stefano Bragatto che ha evidenziato i collegamenti giornalieri di Maurizio Di Maggio che racconteranno l’atmosfera dell’evento e la possibilità di vincere gli ingressi al festival per i radio ascoltatori.
Infine Lorenza Vitali di Xenia – Emergente Sala che ha presentato il concorso che premia i migliori giovani maître d’Italia nella cornice meranese.
Una manifestazione attenta a tutto quello che ruota intorno all’enogastronomia di eccellenza e alta qualità.
Infine, è stata presentata The WineHunter Award 2020, è la prestigiosa guida, il riconoscimento ufficiale di Merano WineFestival, che premia i vincitori degli Award ROSSO, GOLD e PLATINUM, la TOP 5 del vino di ogni regione e le liste TOP 100 dei vini e TOP 50 di Food Spirits Beer. in questa occasione sarà disponibile per la prima volta in formato cartaceo.

Isabella Ceccarelli

Autore: Isabella Ceccarelli

Isabella Ceccarelli, classe '75, giorno e mese fatale: 11 Novembre, data dedicata a San Martino, quando ogni mosto è vino. La contraddistingue una spiccata passione per il vino. Ma anche per l'arte e la poesia. Partecipa a mostre ed è instancabile nello scrivere poesie e pensieri (che vorrebbe mettere in un blog). Tutto legato dall'ormai sconosciuto filo conduttore dei sentimenti e dalla vena di una sottile cultura. Cell. +39 346 0632204