Giornata mondiale del libro: ed è Lettura Day

Leggere insieme, ovvero condividere un’esperienza. È su questa idea che nasce la prima edizione di Lettura Day, il giorno della lettura, che dal 23 aprile proseguirà ogni giovedì fino a settembre

Giornata-mondiale-del-libro-inROMA – A questa grande festa diffusa possono partecipare tutti: grandi, piccini, di ogni epoca, taglia, storia, origine, colore e passione, in qualsiasi luogo si trovino, pubblico o privato, a scuola, al lavoro, per strada, nei negozi, sui palcoscenici o dai balconi. L’importante è mettersi in gioco leggendo ad alta voce per qualcun altro, scegliendo il proprio libro del cuore o affidandosi al caso e afferrando quello più vicino. E se si vuole condividere, meglio ancora: basta postarlo sui social con l’hashtag #letturaday . Chi vuole raggiungere un pubblico più ampio potrà registrare il proprio appuntamento sul sito www.letturaday.it, che raccoglierà le iniziative.
Tutto questo darà vita a una grande iniziativa collettiva, con l’ambizione di trasformarla, a poco a poco, in una diffusa e virtuosa abitudine. Lo scopo è condividere e unire. Anzi, riunire attraverso la voce, il primo mezzo di comunicazione della storia, che oggi sta vivendo un momento di grande riscoperta: audiolibri, podcast, oralità popolare ne sono gli effetti tangibili.
Lo slogan scelto è “Leggiamo insieme”, il giovedì e la data di partenza è significativa: oggi, 23 aprile, è infatti la Giornata Mondiale del Libro. Per festeggiarla e salutare l’avvio di Lettura Day si terrà una grande festa digitale, a partire dalle ore 17, con collegamenti con interventi e da varie località: letture classiche, pop, in studio e su strada: da Santa Maria del Mar a Barcellona a Santa Croce a Firenze, dagli studi di registrazione alle librerie di Roma e Torino. Hanno già confermato la loro presenza Dante Alighieri, Jack London, Alessandro Barbero, Marco Ardemagni e Pino Insegno. Atteso anche il tappeto rosso degli Oskar del libro ideato dalle Librerie di Roma, che sarà assegnato nel corso dell’apertura di Lettura Day.
Una particolare attenzione sarà dedicata a Dante, in occasione del suo settimo centenario: i suoi versi avranno una doppia voce, quella dell’attrice catalana Silvia Bel, nella splendida chiesa gotica di S. Maria del Mar a Barcellona che leggerà i versi in lingua catalana (la prima in cui è stata tradotta la Divina Commedia) e quella dell’attore italiano Marcello Prayer, nel magnifico cenacolo di Santa Croce a Firenze.
La lettura in Santa Croce è prodotta e curata da Testo, il nuovo salone di Pitti Immagine dedicato al mondo dell’editoria contemporanea e ai suoi protagonisti, la cui prima edizione si svolgerà alla Stazione Leopolda di Firenze dal 26 al 28 febbraio 2022.
“Lettura Day nasce da ADEI, ma è aperta a tutti”, sottolinea Marco Zapparoli, presidente di ADEI. “Abbiamo pensato a un progetto volutamente inclusivo e basato sulla continuità, una grande festa di tutti, uniti nel nome della lettura, il nostro patrimonio collettivo”.
Lettura Day è organizzata da Adei, Associazione degli Editori Indipendenti sotto gli auspici del Centro per il Libro e la Lettura, in media partnership con Rai Cultura e con il patrocinio di Anci, SIAE e AIB, con l’obiettivo di realizzare un’azione concreta per la lettura in tutte le sue forme.
#letturaday è una “festa della rinascita” e sarà una manifestazione trasversale, libera, colorata, diffusa. I centri dinamici saranno le librerie, le biblioteche e le scuole, i teatri ma letture a voce alta si terranno dappertutto: giardini pubblici, fermate dei tram e degli autobus, mercati, stazioni, sagrati di chiese, moschee e sinagoghe, carceri, ospedali, casolari di campagna, cortili dei condomini, case private.

FONTE: AISE.