“Oltre la ferita”: per la facciata di Palazzo Strozzi a Firenze

Musei e fondazioni a confronto al tempo del Covid-19 nel convegno online di Fondazione Palazzo Strozzi

Oltre la ferita-inFIRENZE – Dopo oltre un anno dall’inizio della pandemia che ha radicalmente messo in discussione abitudini e comportamenti della vita sociale di ognuno di noi, la straordinaria popolarità dell’opera di JR La Ferita per la facciata di Palazzo Strozzi a Firenze ha dimostrato la rilevanza del tema dell’accessibilità all’arte e alla cultura non solo tra gli addetti ai lavori ma anche presso tutta l’opinione pubblica.
Rispondendo all’urgenza di questo tema in un momento di transizione verso nuove riaperture, la Fondazione Palazzo Strozzi organizza il convegno online “Oltre la ferita. Musei e fondazioni a confronto al tempo del Covid-19”, che si terrà in diretta streaming sui canali social (YouTube e Facebook) della Fondazione Palazzo Strozzi giovedì prossimo, 22 aprile, dalle 10.00 alle 13.30.
L’appuntamento – spiegano gli organizzatori – costituisce un momento di confronto tra i rappresentanti di musei e fondazioni culturali italiani, chiamati a uno scambio attivo sulle sfide di gestione e sostenibilità ma anche sulle nuove possibili forme di partecipazione e condivisione per l’arte e la cultura. Gli interventi degli invitati, moderati da esperti del settore, favoriranno una riflessione su come alcune tra le più importanti istituzioni culturali hanno lavorato negli ultimi mesi e quali sono le principali aree di azione per il futuro.
Il convegno, inoltre, vuole essere occasione per mettere in rete approcci, successi e sfide e stimolare una riflessione su quale sarà il nostro rapporto con l’arte nei prossimi mesi, quali nuove pratiche di mediazione saranno messe in atto e con quali strumenti di comunicazione è possibile creare un reale nuovo legame con il pubblico.
“La Ferita di JR rappresenta un’opera unica come stimolo di riflessione sull’accessibilità alla cultura in questo momento storico, ponendo ancora una volta Firenze, città simbolo dell’arte nel mondo, al centro del dibattito culturale internazionale”, dichiara Arturo Galansino, Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi. “L’opera diviene l’immagine di partenza per questo convegno della Fondazione Palazzo Strozzi, in cui i rappresentanti dei più importanti musei e istituzioni culturali italiani sono chiamati a confrontare strategie e attività in una prospettiva che guarda verso il futuro, affrontando le sfide di partecipazione, sostenibilità e mediazione che la cultura ha oggi di fronte”.
L’iniziativa è organizzata dalla Fondazione Palazzo Strozzi nell’ambito del progetto Palazzo Strozzi Future Art sostenuto da Andy Bianchedi in memoria di Hillary Merkus Recordati.
Sostenitori di Fondazione Palazzo Strozzi sono Comune di Firenze, Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze, Fondazione CR Firenze, Comitato dei Partner di Palazzo Strozzi, Intesa Sanpaolo.
I lavori saranno introdotti dai saluti istituzionali di Dario Nardella, Sindaco della Città di Firenze; Eugenio Giani, Presidente della Regione Toscana; Luigi Salvadori, Presidente della Fondazione CR Firenze; Giuseppe Morbidelli, Presidente della Fondazione Palazzo Strozzi. Quindi, dopo l’intervento di Arturo Galansino, Direttore Generale della Fondazione Palazzo Stozzi, i lavori entreranno nel vivo con il primo panel dedicato al tema “Quanto è grande la ferita? – Governance, sostenibilità e sfide per la cultura in Italia”.
Seguiranno i focus su “La cura – Pratiche educative per una nuova idea di comunità” e “Restiamo aperti – Verso un nuovo ecosistema tra fisicità e digitale”.

FONTE: AISE.