L’umbro Brunello Cucinelli al G20

Per un rilancio ambizioso, efficace e sostenibile, l’imprenditore umbro espone la sua idea di umana sostenibilità e di capitalismo umanistico, tornare a credere in un nuovo armonioso rispetto del pianeta

Tavolo-G20-inIl G20: è il foro internazionale che riunisce le principali economie del mondo, ne fanno parte i paesi che rappresentano più del 80% del PIL mondiale, il 75% del commercio globale e il 60% della popolazione del pianeta. A questo appuntamento, tenutosi a Roma per turno di presidenza il 30 e il 31 ottobre appena scorsi, hanno partecipato anche i Ministri dell’Economia. Tre i pilastri interconnessi di azione su cui si è orientato il G20: le Persone, il Pianeta e la Prosperità. Più che in altri momenti storici, oggi si rende necessario uno sforzo grande e condiviso di responsabilità e di saggezza nella ricerca di risposte coordinate, eque, efficaci e sostenibili. L’elemento cardine che mantiene alta l’allerta è la riflessione sui danni arrecati dalla pandemia, danni che stanno incidendo profondamente su tutti i sistemi sociali, economici, sanitari e acuisce l’attenzione sui soggetti vulnerabili che, sommati ai drammi causati dal cambiamento climatico, mettono in guardia sulla celerità nel trovare soluzioni energiche globali.

Alla luce delle proposte generate per creare un rilancio ambizioso, efficace e sostenibile, l’Umbria trova il suo posto al G20 con l’imprenditore Brunello Cucinelli rispondendo all’invito del Presidente Mario Draghi.

La proposta per un rilancio sostenibile:
All’apertura della seconda delle due giornate del G20 dedicata ai grandi temi dell’emergenza ambientale e climatica mondiale, la pandemia e le misure di sostegno alla ripresa globale, l’imprenditore umbro, Brunello Cucinelli  ha avviato i lavori dedicati alla ‘collaborazione tra pubblico e privato per la protezione dell’ambiente e la lotta al cambiamento climatico’ e nei quali ha illustrato la sua idea di Umana Sostenibilità e Capitalismo Umanistico. Oltre al Presidente Draghi, all’apertura anche Sua Altezza Reale il Principe Carlo d’Inghilterra. Brunello Cucinelli: “Con grande commozione ho ricevuto l’invito e stamattina ho parlato dinanzi ai leaders mondiali riuniti a Roma per il G20. Sono stati trattati grandi temi, come la lotta al cambiamento climatico, la pandemia e le misure a sostegno della ripresa globale. La mia testimonianza riguardava in particolare l’Umana sostenibilità e il Capitalismo Umanistico, temi a me particolarmente cari, ai quali ho dedicato e dedico con passione il mio lavoro e la mia vita. È stato con onore e con straordinaria emozione che mi sono rivolto a quelle persone umane per rappresentare il sogno di tornare a credere in un nuovo armonioso rispetto del pianeta. Spero che il cuore mi abbia suggerito le giuste parole: «Oh miei stimati e potenti custodi pro-tempore del Creato, voi che siete i responsabili delle bellezze del mondo, vi preghiamo, indicateci la via della vita. Che il Creato ci protegga e ci illumini verso un nuovo Umanesimo universale».

Fonte e foto tavolo
https://www.g20.org/it/il-vertice-di-roma.html
Foto Cucinelli: web

Michela Biccheri
Michela Biccheri

Nata a Gubbio nel marzo 1975 consegue il diploma tecnico di “Perito aziendale e corrispondente in lingue estere” presso l’ITIS. Laureata in Scienze Politiche -Politico internazionale- discutendo la tesi “I tredici giorni della Crisi di Cuba” relatore prof. Fulvio D’Amoja, si avvicina al giornalismo scrivendo per “La Fonte” e collaborando con la redazione de “L’Eugubino”, collaborazione che dura da 13 anni. Ha lavorato in uno studio medico fino alle maternità. Dal 2016 lavora presso l’Associazione Maggio Eugubino per la quale gestisce le attività di segreteria, di comunicazione e gestione del personale. Si interessa di politica, di giornalismo, di lettura e del bene della città in cui vive e in cui vive la sua famiglia e gli amici e per la quale partecipa attivamente al volontariato cittadino che mira alla valorizzazione e salvaguardia della storia e delle memorie, avendo forti sentimenti per le tradizioni e al contempo intrattiene rapporti con l’estero e con il resto dell’Italia anche nel quadro dell’attività turistica.