Sissy: mediometraggio di Eitan Pitigliani

Il mediometraggio è prodotto da Martina Borzillo per Movi Production

SissySono terminate le riprese di “Sissy”, il nuovo mediometraggio (o film breve) del regista romano Eitan Pitigliani, classe 1986, cresciuto come regista negli Stati Uniti, che conobbi a Roma nel 2019 all’uscita del suo bel cortometraggio (di venti minuti) INSANE LOVE, con le convincenti Clara Alonso e Miriam Dalmazio, viene dopo LIKE A BUTTERFLY e – come appena detto – INSANE LOVE, e torna questa volta con un progetto particolare, girato a Roma, costruito attorno ad una bambina. Nel cast, infatti, accanto ai protagonisti Vincenzo Vivenzio (“Nero a metà”, “Luce dei tuoi occhi”, “Il professor Cenerentolo”) e Fortunato Cerlino (“Gomorra”, “Nero a metà”, “Fino all’ultimo battito”) ed alla partecipazione speciale di Mirella D’Angelo (“Apartment zero”, “La città delle donne”) figura proprio una piccola attrice di soli sette anni, Dea Lanzaro, alla sua prima apparizione sul grande schermo, che interpreta un ruolo magico, quello di Sissy, ruolo che dà il titolo al film.

Prodotto da Martina Borzillo per Movi Production, con il montaggio di Marco Spoletini, le coreografie di Anna Cuocolo, i costumi di Eva Coen, il trucco di Vittorio Sodano, il suono di Andrea Moser, la scenografia di Federico Costantini e Francesca Bottaro e le musiche dell’israeliano Avi Belleli, SISSY racconta la storia di un amore profondissimo, quello di un figlio (il giovane protagonista, interpretato da Vincenzo Vivenzio) verso sua madre: un amore che supera tutto, e non si arrende di fronte a nulla, neanche alla morte, andando oltre lo spazio ed il tempo, fino a diventare una favola.

Attualmente in fase di post-produzione a Los Angeles, con la color correction di Walter Volpatto, digital colorist italiano di fama internazionale che ha lavorato per i film “Interstellar”, “Dunkirk”, “Green Book”, qui è anche produttore associato assieme a Bojana Sutic e ad Anna Cuocolo. SISSY sarà a breve pronto per il lancio nelle sale italiane.