Skip to content

Il Premio Penisola Sorrentina torna a Sanremo tra fotografia e cinema

Scambi culturali tra Sorrento e Sanremo.

A Casa Sanremo, l’area hospitality del Festival della canzone italiana, si apre l’edizione 2023 del noto riconoscimento, con la presentazione del volume fotografico di Jessica Guidi dedicato alla serie televisiva “Noi” che ha visto protagonista Lino Guanciale.

Lino-Guanciale-nella-foto-di-Jessica-Gudi-dalla-serie-tv-Noi-in
Lino Guanciale nella foto di Jessica Gudi dalla serie tv ‘Noi’

SANREMO (IM) – A Sanremo si torna sempre. E il Premio Penisola Sorrentina, riconoscimento culturale e cinematografico di rilevanza nazionale, non sfugge alla regola, portando con sé anche il ritorno della fortunata fiction “Noi” (trasposizione della americana “This us”), presentata lo scorso anno, durante una delle serate condotte da Amadeus, direttamente dal protagonista Lino Guanciale, che pure farà ritorno quest’anno nella città dei fiori.

Alla 73esima edizione del Festival di Sanremo 2023, nell’area writers di “Casa Sanremo”, l’area hospitality della kermesse canora più importante d’Italia, la giornata clou festivaliera di sabato 11 febbraio vedrà la presentazione del volume: “Backstage – Noi dall’America a Napoli”, edito dalla Backstage&Set, con la curatela di Viridiana Myriam Salerno.

È un libro unico nel suo genere, brandizzato dal Premio Penisola Sorrentina, che mette insieme foto del backstage della fiction televisiva prodotta da Cattleya per Rai Fiction, e immagini di Napoli, città in cui sono state girate alcune scene del prodotto audiovisivo; città rivissuta poi nel contesto di una residenza artistica, promossa nell’ambito del progetto speciale, diretto dal sannita Peppe Leone, “Voyage: l’arte, il viaggio”, organizzato da Mario Esposito e sostenuto dalla Regione Campania, dalla Città Metropolitana di Napoli e dalla Fondazione Banco di Napoli.

Autrice delle foto del libro è Jessica Guidi, nota ed apprezzata fotografia di scena di “Noi” oltre che di altre fortunate produzioni cinematografiche e teatrali. Il progetto che unisce fotografia, cinema e territorio è stato presentato, in anteprima nazionale, a Sorrento nel corso dei lavori del Premio “Penisola Sorrentina”, alla presenza del Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano.

Il libro è figlio di una felice intuizione, che intercetta il desiderio di costruire un racconto innovativo, capace di esaltare e valorizzare il fortunatissimo momento che Napoli e la Campania, in generale, stanno vivendo nel settore delle produzioni audiovisive, grazie anche al supporto messo a disposizione dalla Fondazione Campania Film Commission.

“Anche quest’anno abbiamo deciso di aprire la 28esima edizione del Premio Penisola Sorrentina a Sanremo, portando con noi il claim ideato dal Sindaco di Sorrento Massimo Coppola per il suo vincente “Modello Sorrento”: la cultura è il motore della rinascita. Questo volume diventa quindi l’inedito atto di nascita di una speranza: che Sorrento e Sanremo, attraverso le due kermesse Premio Penisola Sorrentina e Casa Sanremo, diventino sempre più vicine ed unite dal fil rouge della Cultura e della Bellezza”, dichiara Mario Esposito. La postfazione del libro è stata curata direttamente da Vincenzo Russolillo, presidente del Consorzio Gruppo Eventi e patron di Casa Sanremo.

FONTE: Il Simposio delle Muse.

© 2006 - 2024 Pressitalia.net by StudioEMPI