Skip to content

Patti Smith si inchina alla ‘bellezza’ del David di Michelangelo

(Adnkronos) - Reading poetico-musicale della rockstar alla Galleria dell'Accademia di Firenze

Patti Smith è stata la prima rockstar ad esibirsi sotto il David alla Galleria dell’Accademia di Firenze. Ma niente concerto, naturalmente come si conviene ad un museo, per la ‘sacerdotessa del rock’ bensì, come lo ha definito lei stessa, “un intimo reading musicale e letterario” per rendere omaggio al genio artistico di Michelangelo, declamando le sue “Rime”, e al tempo stesso i versi di alcuni dei poeti italiani, come Pier Paolo Pasolini insieme alle sue canzoni più celebri.

L’interprete di brani come “People Have The Power”, “Dancing Barefoot” e “Because The Night” è stata invitata, questa sera, dalla direttrice Cecilie Hollberg per chiudere la prima parte di “David 140”, il calendario di eventi ideato per i 140 anni dall’inaugurazione della Tribuna della Galleria dove si trova il David, avvenuta il 22 luglio 1882.

Davanti a un pubblico di 190 persone, Patti Smith ha proposto “An evening of poetry and music”, spettacolo tra musica e poesia: si è esibita accompagnata dal figlio Jackson Smith alla chitarra, dalla figlia Jesse Paris Smith al pianoforte e dal loro amico di lunga data Tony Shanahan al basso. “Sono felice ed onorata di essere in questo luogo magnifico, in questo luogo di bellezza, per celebrare il grande Michelangelo, e tutti i grandi maestri della scultura e della pittura che rendono più bello il nostro mondo”, ha detto l’artista che si è inchinata sia davanti al pubblico che al colosso bianco di marmo.

Patti Smith, ha ricordato Hollberg, è “una vera icona contemporanea, una straordinaria autrice e interprete, una delle figure femminili più carismatiche e dirompenti della storia della musica dalla fine degli anni Sessanta ad oggi, che continua a rinnovarsi attraverso la scrittura e a catturare anche le generazioni più giovani con l’intensità visionaria della forza che emana”.

Patricia Lee Smith, in arte Patti Smith, è nata il 30 dicembre 1946 a Chicago. Cantautrice e poetessa, nella sua carriera di oltre quaranta anni ha attraversato il punk diventandone l’icona, analizzato il mondo in tutte le sue forme d’arte, attraverso la musica, la fotografia, la poesia, i romanzi, la pittura e la scultura, lasciando un segno indelebile in ogni sua espressione. Amata, discussa, potente ed idealista, è un vero e proprio mito del rock per tutte le generazioni.

“David 140”, che proseguirà dopo l’estate, è un progetto attentamente studiato dalla Galleria dell’Accademia di Firenze che risponde alle indicazioni del MiC – Ministero della Cultura.

(di Paolo Martini)

AdnKronos: Vai alla fonte

© 2006 - 2022 Pressitalia.net - Edizioni Le Colibrì: P.Iva 03278920545